I GENERI LETTERARI NELLA CRITICA ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO

34.00

Dove acquistare questo libro:
 

Lo studio di Linda Pennings, unico nel suo “genere”, prende le mosse da Benedetto Croce e dal suo ampio saggio “La critica letteraria” del 1894 in cui si teorizza giusto appunto la negazione dei generi in letteratura. I capitoli della studiosa olandesi indagano i pensatori neoidealisti come Calogero, Pirandello e Gentile; agli eredi della scuola storica, autori peraltro della letteratura vallardiana, è dedicato un importante saggio: per tutti Cian. I crociati eterodossi sono rappresentati da Flora, Contini, Russo, Fubini e Walter Binni. Mentre ai militanti appartengono Titta Rosa, Falqui ed Eurialo De Michelis. Chiudono il volume i filosofi antiidealisti come Pareyson , Banfi e Anceschi.

COD: c798498a98e7 Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

Linda Pennings

Anno

1999

Edizione

Pagine

406

Isbn

978-88-7667-076-3

Collana

Quaderni della Rassegna