Da Calvino agli ipertesti

25.00

Dove acquistare questo libro:
 

La stagione postmoderna in Italia, come si è più volte scritto, comincia con gli anni ’80. Non vi è testimone o artista più attento di Pier Vittorio Tondelli. Altro grande protagonista di quegli anni è Enrico Palandri che, non a caso, apre la serie dei saggi contenuti in questo volume. È lo studioso belga Bart Van den Bossche a piantare il paletto d’avvio della postmodernità, la linea di confine, con il suo saggio Calvino e la fiaba tra il moderno e il postmoderno. A Calvino vengono dietro Celati, Magris, Camilleri, Pazzi, Tabucchi, Duranti, Erri De Luca, Rossana Campo, Paola Capriolo. Di Søren Mathiassen è il saggio conclusivo del volume dal titolo: Dopo i cannibali. Tendenze nella giovane narrativa contemporanea: Stefano Massaron, Guido Conti e Paolo Nori.

COD: 0d00352cb5be Categoria: Numero della collana: 25