TEORIA E PRASSI DELLA “GRAVITAS” NEL CINQUECENTO

24.00

Dove acquistare questo libro:
 

Il merito e la novità di questo intenso libro di Andrea Afribo sono senz’altro la connessione e l’intersezione strette che vi sono poste e dimostrate fra alcuni aspetti cruciali dello stile poetico del Cinquecento e altrettanti della riflessione teorica contemporanea. Al centro dello studio che si pregia di una dovizia di documenti e argomenti e di un’analisi finora non sperimentate, vi è l’opposizione “bembiana” di “gravità” e “piacevolezza” sia nei teorici maggiori (Tasso, Speroni) sia nei minori, ragionata in modo netto o sfumato, riflettendosi dialetticamente nella prassi stilistica dei lirici del tempo, dal grande Della Casa a tanti altri. Figura dominante il libro, è, a buon diritto, il Tasso; ai più alti livelli poeta, teorico e acutissimo auto-analista.

COD: dbe5648be297 Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

Andrea Afribo

Anno

2002

Edizione

Pagine

229

Isbn

978-88-7667-112-8

Collana

Strumenti di letteratura italiana