ATTRAVERSO IL SEGNO DELL’INFINITO

17.00

Dove acquistare questo libro:
 

Nel volume l’autrice analizza l’opera letteraria di Daniele Del Giudice nella sua molteplicità; un’opera questa che rispecchia tanto la poliedricità della biografia dell’Autore quanto il suo grande interesse per le possibilità e le capacità conoscitive dell’uomo. Sullo sfondo dei romanzi e dei racconti di Del Giudice vi è una vasta conoscenza non solo teorica ma anche basata su esperienze pratiche e sempre intesa ad acquisire nuove cognizioni, che unisce in sé i mondi della filosofia, dell’arte e della letteratura con quelli della tecnica e delle scienze naturali. Negli anni Ottanta Daniele Del Giudice si è messo alla guida di una nuova letteratura di carattere postavanguardistico, pur radicando la sua opera nella tradizione culturale italiana e individuandone alcuni principali poli di identificazione in una serie di autorità da Dante a Calvino, attraverso Tasso, Foscolo, Leopardi e Montale. Un’opera particolarmente interessante quella di Del Giudice intrecciata com’è in vario modo anche con il pensiero europeo e animata da pionieristiche concezioni filosofiche e letterarie del Novecento.

COD: 60f7b0b9cb1f Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

Cornelia Klettke

Curatore

A cura di R. Ubbidiente

Anno

2008

Edizione

Pagine

146

Isbn

978-88-7667-349-8

sottotitolo

Il mondo metaforico di Daniele Del Giudice

Collana

Strumenti di letteratura italiana