«Amor condusse noi». Lettura linguistica di Inferno V

18.00

Dove acquistare questo libro: IBS  Amazon  Feltrinelli  
 

Il volume offre un modello di commento linguistico alla Commedia, una possibilità di lettura che ponga la lingua di Dante al centro del discorso critico e dell’approccio al testo, analizzandola a fondo in tutte le sue articolazioni, in special modo quelle lessicali e sintattiche. Questo tipo di commento, una lectura condotta verso per verso, se non lemma per lemma, viene qui applicato a uno dei canti più celebri del poema, il quinto dell’Inferno, di cui viene proposta un’interpretazione unitaria, fondata sullo stretto nesso che si è individuato tra tipologia della colpa (e conseguente castigo) e risorse sintattiche impiegate da Dante. Vale a dire l’evidenza del correlativo sintattico-penale e morale, per cui i peccatori carnali – dominati in vita dal tiranno Amore e all’inferno eternamente sbattuti dalla bufera – si trovano costantemente nella posizione di soggetti pazienti. Sottomessi al loro talento, al loro stesso desiderio, non meno che alla lucida volontà grammaticale di Dante, che, pur provando compassione per le vicende dei lussuriosi Francesca e Paolo, condanna senza appello la sconfitta della ragione.

Categoria: Numero della collana: 27