VITA E OMICIDIO DI GAETANO PILATI 1881/1925. Contadino, poeta, socialista, soldato, inventore e costruttore

24.00

Dove acquistare questo libro:
 

Questo volume ripercorre la vita e le opere di un personaggio singolare dei primi decenni del ventesimo secolo. Figlio di contadini della campagna bolognese, Gaetano Pilati (1881/1925) fu un personaggio importante della vita culturale, economica e politica della città di Firenze negli anni a cavallo tra inizio secolo e radicamento della dittatura fascista. Nonostante la poca istruzione scolastica divenne un affermato impresario edile e ideò soluzioni alternative nell’uso del cemento armato, fu leader toscano del partito socialista e presidente per quasi un decennio della società di Mutuo Soccorso “Andrea Del Sarto”. Decorato sul campo e mutilato al braccio sinistro durante la Grande Guerra, fu sempre contrario all’uso della violenza nella lotta politica. La sua collaborazione alla rivista clandestina “Non Mollare”, nel 1925 e la sua popolarità nei quartieri operai di Firenze lo resero inviso al fascismo cittadino. Fu ucciso a sangue freddo, in un’irruzione notturna nella sua abitazione, la notte del 3 ottobre 1925.

COD: 745cac84fc5b Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

Guido Bonsaver

Anno

2010

Edizione

Pagine

217

Isbn

978-88-7667-400-6

Collana

Storie d’Italia