SCAMPOLI MANZONIANI

22.00

Dove acquistare questo libro:
 

Gli «scampoli» sono, del più che ventennale lavoro di Isabella Becherucci sull’opera di Alessandro Manzoni, tutto ciò che non è stato in qualche modo riassorbito nei due volumi dell’edizione critica dell’Adelchi e del commento al Discorso sui longobardi. Ma più che ‘rimanenze’ l’autrice propone questi studi come campioni di alcuni dei materiali che potrebbero servire per un nuovo arazzo della grande stagione creativa degli anni 1821-23 e del nodo di composizioni che in quel periodo si vennero ad accavallare sul tavolo di lavoro di don Lisander: avvicinate da punti di vista diversi e non solo prettamente filologici, con l’intenzione di offrire, sullo sfondo di una Milano soffocata dalla Restaurazione austriaca, un diverso e forse più realistico ritratto del grande artista lombardo e della sua fatica, e con lui quella di tutta una generazione di artisti, nel cercare di aggirare le difficoltà che la Censura poneva agli intellettuali di quegli anni.
Ne vien fuori un Manzoni intraprendente che lotta, metaforicamente, corpo a corpo con le rigide regole che il nuovo regolamento censorio stava emendando in quel giro di anni e che attua una oculata politica di diffusione dei suoi scritti, per cui ai contenuti più caldi di certe composizioni patriottiche, si affiancano, quasi sempre immediatamente, temi religiosi e morali.
Naturalmente un approccio simile all’opera del grande Lombardo non può che aver le basi nella lezione insuperata del suo ‘impareggiabile’ Maestro, Domenico De Robertis, che agli studi manzoniani ha dedicato importanti contributi che ancora attendono di essere riuniti in volume e a cui la Becherucci si sta dedicando da tempo: chiudono, dunque, questa prima raccolta due contributi anomali, presentati come appendici del ritratto conclusivo del De Robertis lettore di Manzoni e affettuoso omaggio in memoria di chi per lungo tempo le era stato Maestro.

COD: 677d759511bb Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

Isabella Becherucci

Anno

2012

Edizione

Pagine

190

Isbn

978-7667-88-445-7

Collana

Strumenti di letteratura italiana