Resistance in Italian Culture from Dante to the 21st Century

32.00

Dove acquistare questo libro:
 

Il ricco percorso saggistico multidisciplinare e interdisciplinare di questo volume intende ampliare la comprensione del concetto di resistenza nella storia culturale italiana. Abbracciando un arco di tempo che va dal XIV secolo ad oggi, con l’occhio d’analisi rivolto tanto al campo letterario che a quello artistico e politico, si esaminerà una pluralità di voci, opere, pratiche e strategie di impegno civile e politico al fine di mettere in luce come il concetto di resistenza possa essere riconosciuto come segno distintivo dell’identità culturale italiana.
Le prospettive critiche qui raccolte evidenzieranno come da Dante a Leopardi e a Ippolito Nievo; dal dibattito rinascimentale sulla ‘questione della lingua’ a quello classico-romantico di primo Ottocento; da Aldo Palazzeschi a Carlo Levi fino a Elena Ferrante; da Gramsci a Pasolini e alla nozione e pratica di militanza politica degli ultimi decenni, corrano come un filo rosso una poetica e un discorso di opposizione e di conflitto rispetto a qualsiasi forma di imposizione culturale, ideologica, politica, religiosa e sociale.

Categoria:

Informazioni aggiuntive

sottotitolo

La resistenza nella cultura italiana da Dante al XXI secolo

Curatore

Ambra Moroncini, Darrow Schecter, Fabio Vighi

Anno

2019

Pagine

324

Isbn

978-88-7667-763-2

Collana

Quaderni della Rassegna