Narrazioni della transcultura

18.00

Dove acquistare questo libro:

Il volume nasce dalla volontà di approfondire, in un contesto multidisciplinare, temi di forte attualità, in particolare quello delle migrazioni, che coinvolgono un numero crescente di esseri umani appartenenti a popoli e culture anche molto lontani tra loro, e quello delle dinamiche relazionali e interazionali che da tale fenomeno scaturiscono. Come suggerisce il titolo, lo scopo primario dei vari saggi è quello di tentare di comprendere se e come fratture linguistico-culturali e identitarie, e nodi giurisprudenziali e normativi, derivanti dalla coesistenza di componenti sempre più eterogenee della popolazione, possano risolversi in concrete ricomposizioni. Proprio nell’ottica di una voluta interdisciplinarità, l’indagine viene condotta da una triplice prospettiva: giuridica, linguistico-culturale, e letteraria. La cornice entro la quale si collocano i dieci contributi che compongono il volume è quella della narrazione, concepita nella sua più ampia accezione di ‘pratica comunicativa’ volta a ‘mettere in comune’ esperienze, fatti, eventi, ecc. Narrare la transcultura vorrà dire, allora, esporre, dar conto di un vissuto, di un progetto o di una prassi attraverso cui intravvedere la possibilità di una convivenza feconda che traduca nella pratica il principio di ‘cittadinanza del mondo’, grazie a un’identità realmente transculturale.

Informazioni aggiuntive

Curatore

A cura di Raffaela Merlini e Daniela Fabiani

Anno

2017

Edizione

16°

Pagine

150

sottotitolo

Fratture, nodi, ricomposizioni

Isbn

978-88-7667-638-3

Collana

Quaderni della Rassegna