IL MONDO, IL GRIDO, LA PAROLA

28.00

Dove acquistare questo libro:
 

Questo volume analizza la Letteratura postcoloniale in lingua italiana (PLIL) che, dopo un lungo e contrastato processo di decolonizzazione, non è emersa in modo canonico. Infatti, la caduta del fascismo e la perdita dei domini coloniali hanno “congelato” la PLIL, che ha trovato un alveo di dispiegamento solo a partire dai primi anni ’90, all’interno della Letteratura italiana della migrazione (LIM).
Oggetto di ricerca è, quindi, la dialettica tra questi due filoni letterari e la definizione di scrittore postcoloniale, sia in senso stretto che allargato, senza dimenticare gli autori contemporanei italiani di argomento coloniale. Dopo aver tracciato una linea di sviluppo temporale e tematico, l’analisi si concentra sul piano linguistico e analizza l’uso e il significato del plurilinguismo nel corpus di scrittori postcoloniali in senso stretto, la loro relazione con l’italiano come lingua di scrittura a livello personale e metaletterario, e infine l’articolazione e l’importanza dell’oralità nelle loro opere.

COD: 1cbb250080c9 Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

Maria Grazia Negro

Anno

2015

Edizione

Pagine

336

Isbn

978-88-7667-546-1

sottotitolo

La questione linguistica nella letteratura postcoloniale

Collana

Strumenti di letteratura italiana