«CHI DITE CHE IO SIA?»
DANTE E LA FEDE

14.00

Dove acquistare questo libro:
 

Discutere di Dante per parlare della Fede oggi, e specialmente della dialettica Fede-Ragione, è certo una sfida. Dante è uomo del Medioevo: che cosa ha da dire Dante alla modernità? Gli studiosi delle Scienze Umanistiche, particolarmente sensibili alla necessità di promuovere un “nuovo Umanesimo” per questo terzo millennio, nell’intento di offrire un contributo alla riflessione su fede e contemporaneità, hanno pensato a Dante.

 

Il tema del convegno tenutosi alla Lumsa nel giugno del 2013 e di cui oggi si presentano i risultati in questo volume, si colloca dunque in questa cornice: propone una riflessione su un campione della cattolicità, Dante Alighieri, uomo del Medioevo eppure radicalmente moderno che, con le opere e la vita, ha divinato i tempi avvenire, delineando con la sublimità dell’arte quella “vita nuova” alla cui costruzione mira il Nuovo Umanesimo. Nino Borsellino, Giuseppe Dalla Torre, Lia Fava Guzzetta, Franco Musarra, François Livi, Deirdre O’ Grady, Daniele Pegorari, Paolo Martino, Marco Bartoli e Paolo Dollorenzo; questi gli studiosi per un volume che pone l’accento sulle attese di fede non solo ai tempi di Dante.

COD: a0d549aeacd6 Categoria:

Informazioni aggiuntive

Autore

AA.VV.

Curatore

A cura di Lia Fava Guzzetta e Paolo Martino

Anno

2014

Edizione

Pagine

155

Isbn

978-88-7667-505-8

Collana

Quaderni della Rassegna